TERRITORIO » LE FRAZIONI
  • ERTOLA Ertola
    Passata Esola si trova Ertola, m 873 s.l.m., frazione che appartiene alla parrocchia di San Michele Arcangelo di Rezzoaglio.
    Si pronuncia Lertura nell'idioma dei valligiani, traducibile, forse, in "L'altura".
    Paese antichissimo che compare nell’atto cosiddetto: "Investitura Conradi Malaspina Marchionis pro Gerardo et Bonifacio, Rainardo et Gerardo de Meleto" - rogato in Piacenza nel 1251.
    Il villaggio sembrerebbe ... VEDI TUTTO »
  • ESOLA Esola Poco distante dalla località del Castelluzzo, ex complesso fortificato di cui rimangono miseri resti posto sopra la località detta "Megòia", là dove l'Aveto fa un'ampia ansa, in sponda sinistra all'Aveto, oltre il rio Molineggio, c’è il poggio su cui è disposta Esola (in valligiano "Eisura" probabilmente traducibile in Isola).
    Il villaggio pare di impianto ... VEDI TUTTO »
  • FARFANOSA Farfanosa
    Farfanosa è un piccolo agglomerato di case, a m 814 s.l.m., disposto sulla piana antistante la "Rocca del Castelluzzo", ove probabilmente era insediato il castello dei de Meleto
    Il luogo pare debba il suo nome, secondo lo storico Massimo Brizzolara (Cfr.:"La Val d’Aveto- Frammenti di storia dal Medioevo al XVIII secolo"), al "Lago della Farfa" -così i valligiani ... VEDI TUTTO »
  • GARBA Garba
    La frazione di Garba, appartiene alla Parrocchia di Cabanne.
    Anticamente veniva detta Ra Garba, ossia La Garba.
    Ai tempi del Lago Palude, che sino all'anno Mille invadeva i piani di Cabanne, nei pressi della Garba pare scendesse l'antico percorso che giunto dalla Fontanabuona, attraversata Ventarola, proseguiva verso Parazzuolo, indi piegava verso Priosa e saliva in quota fin oltre Villa Salto, indi scendeva presso ... VEDI TUTTO »
  • ISOLAROTONDA Isolarotonda
    Passato Rezzoaglio in sponda destra all’Aveto direzione Cabanne si incontra l’abitato d’Isola Rotonda.
    Alcuni edifici presentano le caratteristiche di case in pietra a vista con motivi di pregio, altri han subito diversi rimaneggiamenti. Verso Rezzoaglio un tempo v'era un edificio, ora crollato, che presentava un sovraporta triangolare, simile ad uno che si trovava a Villa Cella e ad un altro che ancor ... VEDI TUTTO »
  • LAGO DELLE LAME Lago delle Lame Passato l'abitato di Magnasco si incontra il bivio che conduce alla foresta delle Lame ove si trova il lago omonimo, minuscolo gioiello verde incastonato fra gli abeti e una morena d’epoca glaciale. Il ristorante albergo Lago delle Lame domina da un piccolo poggio le increspature verde oro formatesi grazie alla brezza che si leva leggiera. Quando si fa sera le trote deliziano gli astanti con plastici voli sopra il ... VEDI TUTTO »
  • LOVARI Oltre la Cappelletta della "Madonna del Prato" a destra c’è il bivio per i "Luè".

    Lovari è antico paesino in stato di quasi completo abbandono nei cui pressi esiste il ponte "Romanico" sul rio Stampa di notevole pregio.

    Da Lovari salendo sino al monte Montarlone si incontra la "Fontanna di Figgioe". Qui, dice la tradizione orale, pare venisser battezzati i bimbi in ... VEDI TUTTO »
  • MAGNASCO Magnasco Salendo sulla strada provinciale verso S. Stefano d’Aveto si incontra il paese di Magnasco, m 823 s.l.m. 
    Nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo di Magnasco si conserva una bellissima statua della Madonna, forse attribuibile al Maragliano. La chiesa di San Bartolomeo divenne parrocchia staccandosi dalla matrice di Rezzoaglio nel 1884. Fu edificata nelle forme attuali nel 1925, mente su parte dell’area della vecchia ... VEDI TUTTO »
  • MANDRIOLE Mandriole La località di Mandriole, m 928 s.l.m., è posta su un poggio prospicente la cosiddetta "Casa della Barca" di Priosa d’Aveto. Il suo nome sembrerebbe derivare da mandria e fa il paio con il toponimo delll'agglomerato detto Vaccarile, un gruppo di case poste nella vallata del Salto. In quanto alle origini, si può supporre che il nome dato alle due località sia da ascriversi ... VEDI TUTTO »
  • MILETO Mileto
    Mileto

    Nei pressi di Mileto, villaggio a circa m 808  s.l.m., era posto il famoso e leggendario "Castello dei de Meleto" (secondo G.B. Molinelli "uno dei più belli dei Feudi Imperiali"). Rimangono a confermarne l’esistenza le poche testimonianze orali e alcuni frammenti calcinati sulle rocce, ma certamente la spianata ricavata scavando la roccia dalla parte della strada vicinale che ... VEDI TUTTO »